LiQMAG n. 15

LEGGI IL PDF – 26,5 Mb
Visualizzazione a pagina singola per SmartPhone, iPhone e piccoli dispositivi. Vai nelle impostazioni del lettore pdf per scaricare, stampare, leggere a doppia pagina con copertina ed altro, in base alle caratteristiche del tuo lettore.

SFOGLIA ON LINE – 26,5 Mb
Visualizzazione a pagina doppia per Tablet, iPad, PC, Mac e dispositivi medio grandi. Vai nelle impostazioni del lettore on line per scaricare, stampare,  visualizzare a schermo intero e pagine singole, aumentare o diminuire la luce, inserire un segnalibro ed altro.

Edizione Limitata 1500 copie su Carta
Dicembre 2018 © IMPRESA LiQuida


MEMORIE DAL FUTURO

[..] C’è stato un momento in cui ho creduto di poter arrivare ad una risposta seguendo i tortuosi sentieri della filosofia che si alternavano a quelli della teologia. Poi ho mollato, ma Sant’Agostino mi è rimasto nel cuore e sono d’accordo con lui: c’è solo il tempo del presente. [..] Fabiola Cosenza

[..] Ecco che la memoria è l’ascia da impugnare per diventare guerrieri e fronteggiare nemici, mostri e fantasmi. Eroi senza una battaglia, se non quella contro noi stessi. E poi, ancora, le memorie dal futuro ci servono su di un vassoio, il pensiero al cambiamento. L’esperienza ci ha modificati in maniera più o meno consapevole, rendendoci persone nuove, diverse, mai più come prima. E, a seguire, l’idea del perdono, perché la memoria ci ha portato a perdonarci in modo da affacciarci, liberi, al futuro. È tutto un filo di minuscole perle, legate, sfericamente, l’una con l’altra. [..] Fabiola Lacroce

[..] Ora che scrivo i miei pensieri con la voce mi sento di essere tornato a quando non li scrivevo cioè quando non avevo l’esigenza di avere un taccuino, dei fogli di carta, un banco di scuola o un muro. Mi sento direttamente coinvolto dentro i pensieri con una mediazione in meno. [..] Piergiorgio Greco // Charlie


GUEST CONTENTS
FABIOLA LACROCE

Avvocato. Mi piace leggere, scrivere e conoscere. Ho due sorelle che sono la cosa più bella della mia vita. E una nonna che mi guida, sempre. Alla continua ricerca della felicità.

GIOACCHINO CRIACO

Nasce ad Africo, paese della provincia di Reggio Calabria. Figlio di pastori, si diploma presso il liceo scientifico “Zaleuco” di Locri, e si laurea in giurisprudenza a Bologna. Come racconta lui stesso, si rintana per sei mesi tra i monti e nella contemplazione del silenzio e di una vita appartata, elabora la sua prima fatica letteraria, Anime nere, il suo primo romanzo, di grande impatto socio-culturale. Inaugura così il noir di matrice calabrese.

MONICA FILICETTI

Classe 1991. Laureata in lettere e Beni Culturali, indirizzo archeologico. Nella vita Family Welfare nel settore assicurativo, nel cuore da sempre amante di ogni più libera forma di espressione. L’amore per la fotografia è stato la grande costante della mia vita, lo scatto il mezzo per custodire e preservare la bellezza che mi circonda, la forma più coerente per me, di esprimere e condividere la mia sensibilità. monicafilicetti@me.com

COSTANTINO RIZZUTI

Compositore e artigiano digitale appassionato di Computer Music e Interaction Design. Di formazione ingegneristica, ho approfondito la conoscenza delle tecnologie del suono, della musica elettroacustica
e dell’informatica musicale attraverso un master in Ingegneria del
Suono e un dottorato di ricerca sulla Musica e i sistemi complessi. Dopo
il diploma triennale in Musica e nuove tecnologie, sto svolgendo il Biennio specialistico con il Maestro Francesco Galante.

VALENTINA RIZZO

Nata a Cosenza, l’08/02/1992 sotto il segno dell’Acquario. Creativa. Sognatrice. Fortemente legata alla sua terra, la Calabria. Frequenta il liceo
scientifico, e successivamente l’Università nel campo della comunicazione.
Amante della cultura Urban, sin dai 12 anni cresce con nelle orecchie la musica rap. Amante della propria macchina viola, dei viaggi, dei tramonti e della fotografia.

DENISE MELFI

Nata a Catanzaro il 16 maggio 1989. Laureata in Grafica d’Arte e specializzata in Graphic Design presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Creativo e grafico free lance con numerosi lavori all’attivo, nei diversi settori della grafica, e una gran voglia di mettersi in gioco sperimentandone molti altri ancora.

LiQMag_EDITORS

FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
CHARLIE foto e bio su LiQMAG n. Zero
DENISE MELFI foto e bio su LiQMAG n. 15
ANNA LAURIA foto e bio su LiQMAG n. 04
BARBARA PRIOLO foto e bio su LiQMAG n. 14
DIEGO DATTOLA foto e bio su LiQMAG n. 14
ALESSANDRO CRUSCO foto e bio su LiQMAG n. 06
FEDERICO ORLANDO foto e bio su LiQMAG n. 05
GAETANO GIANZI foto e bio su LiQMAG n. 10
JENIFHER BARBUTO foto e bio su LiQMAG n. 14
SIMONA MINERVINO foto e bio su LiQMAG n. 12
ORNELLA MAMONE CAPRIA foto e bio su LiQMAG n. 14
ROBERTA SAULLO foto e bio su LiQMAG n. 14
FILIPPO MALICE foto e bio su LiQMAG n. 11
ORESTE MONTEBELLO foto e bio su LiQMAG n. 14

RINGRAZIAMENTI

Per le foto del servizio Tof, tof. ringraziamo Margot, la sua padrona Alessia Franco e Fabiola Rossi – anche modella del servizio Lovely Soon. Per le foto del servizio Lifestyle/ Street Art ringraziamo Benedetta Ristori. Per la promozione
verso i clienti partner e inserzionisti ringraziamo Elisa Rachele, Melania Cannariato e Valentina Rizzo – anche redattrice del servizio Lifestyle. Per la foto in alto, nella pagina Open Day Azienda iGreco 22 giugno 2017, ringraziamo
Gaetano Gianzi e per quella in basso Oreste Montebello. Ringraziamo Denise Melfi per l’impaginazione grafica dei servizi: Tof tof., Editoriale Memorie dal Futuro, Concorso LiQuido n. 4 (Festival Culture Creative d’Impresa a Km 0 –
anteprima ufficiale Open day Calabra Maceri, evento speciale, creativi pro e opere fuori concorso). Grazie infine a Francesco Barilaro, Lisa Vercillo
e Giuseppe Livoti per il loro contributo al progetto e ritratti nel servizio dedicato alla quarta edizione del Concorso LiQuido.


Brief pubblicato su LiQMag n. 15
tema di LiQMag n. 16

// iO dICO pLAY // Paolo, un signore elegante, con un leggero accento napoletano e le mani grandi, aveva il potere di zittire un’aula colma di 300 studenti. Veniva su un silenzio surreale e ancora mi chiedo dove riuscivamo a stipare i respiri. Lui faceva cose con le parole. Non aveva bisogno di chiedere attenzione, erano le sue parole che si imponevano gentili e severe. Ho capito allora che sono le parole che tante volte creano la realtà. “Cinque minuti di pausa” diceva, poi i banchi si riempivano ancora una volta e aveva inizio una realtà nuova. Fabiola Cosenza

“Mi fermo. Respiro. Muovo la mano. La alzo. Il dito trepida. -Io dico play. – Allora, penso. Guardo in alto, arrotolo gli occhi, il respiro si increspa, trattengo il fiato.- Io dico play. – la chiocciola di neve si srotola, dall’alto al basso, dal basso all’alto, e su e giù, e giù e su. – Io dico play. – basta riflettere, basta star fermi, basta rimanere con i piedi cuciti: io dico play! Dico play, lo ripeto salendo le scale, sul dorso di panna, che si srotola dall’alto al basso, dal basso all’alto. sollevo lo sguardo. Ora ci sono. Sono qui e dico play”. Fabiola Lacroce

Le memorie dal futuro somigliano ai presagi del passato. Noi dove siamo? Siamo certi di andare nel verso giusto? Guardare indietro o guardare avanti? Cambiano le cose o siamo noi che vediamo in modo diverso? La Rivista LiQuida nel 2019 sarà ormai nel futuro. Oggi possiamo solo scrivere quello che stiamo per pubblicare e immaginare quello che scriveremo. A meno che quel futuro non sia già passato allora si che sarebbe un’altra storia da raccontare e magari anche da vivere. // iO dICO pLAY // Charlie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *