La storia di Steven

Se tu conoscessi il tempo come lo conosco io non oseresti parlarne con tanta disinvoltura; lui è un signor tempo. Disse il cappellaio Matto ad Alice.

Ma tra il tempo di cui parla Alice e quello del cappellaio c’è una differenza, quello di Alice è il tempo che conosciamo bene, quello di tutti i giorni, degli eventi che si susseguono uno dopo l’altro, che a volte ci è nemico e  a volte amico.

Invece, quello del cappellaio è il tempo dell’arte, intesa nel suo senso più completo e profondo, per il quale esistono solo passato e futuro.

Entrare nel laboratorio di Stefano, in arte Steven, è come entrare nel mondo di Alice nel paese delle meraviglie che si libera dai vincoli temporali, per esprimersi come vuole la fantasia.

La follia, diventa cosi genialità e capacità di sorprendere, esagerando o trasformando la funzione di un oggetto, come il cappello, che fra gli accessori d’abbigliamento meglio esprime il segno della personalità di ciascuno, trasformandosi in vero e proprio oggetto d’arte.

Ma è sulla lavorazione del feltro che Steven ha qualcosa da dire. Impara l’arte del feltro da un vecchio maestro artigiano e eredita quelle che lui ama definire alchimie, ovvero l’insieme di quei trattamenti chimici e naturali che conferiscono a questa materia la particolare morbidezza che rende i sui cappelli di qualità.

I cappelli di Steven’s Hats  sono personalizzabili, realizzabili su misura con tessuti Made in Italy di qualsiasi grammatura, dalla pelle al cachemire, con un metodo originale che non prevede stiratura.

La Lavorazione delle paglie nelle loro più svariate fogge, dal panama alla paper straw, dal parasisol alla paglia il percorso reale verso sinamay. Con quest’ultima Steven inizia il millinery, la realizzazione di fascinator ricoperti di seta, raso, pizzo e macramè. Il sinamay è plasmato in “maniera propria“ e da vita a delle vere e proprie sculpture.


Testo dell’articolo estratto dalla pagina ufficiale Facebook di Steven’s Hats e collegato al servizio dedicato (vedi articolo precedente Steven’s Hats, sartoria personalizzabile).

Scritto da Piergiorgio Greco e Steven’s Hats
piergiorgio.greco@rivistaliquida.it
www.facebook.com/StevenHats

Da una telefonata/intervista tra Piergiorgio e Stefano del 03 giugno 2020 per LiQMag n. 18. Serie composta da 4 post.

 

Views:

21 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *