LiQMAG n. 16

LEGGI IL PDF – 20 Mb
Visualizzazione a pagina singola per SmartPhone, iPhone e piccoli dispositivi. Vai nelle impostazioni del lettore pdf per scaricare, stampare, leggere a doppia pagina con copertina ed altro, in base alle caratteristiche del tuo lettore.

SFOGLIA ON LINE – 20 Mb
Visualizzazione a pagina doppia per Tablet, iPad, PC, Mac e dispositivi medio grandi. Vai nelle impostazioni del lettore on line per scaricare, stampare,  visualizzare a schermo intero e pagine singole, aumentare o diminuire la luce, inserire un segnalibro ed altro.

Edizione Limitata 1500 copie su Carta
Giugno 2019 © IMPRESA LiQuida


iO dICO pLAY

[..] È quello che oggi dovremmo avere un po’ tutti, il coraggio del cambiamento, di premere quel tasto che ci colleghi all’uomo e all’umanità, che ci dia il coraggio di andare oltre la speranza e rimboccarci le maniche per iniziare la nostra rivoluzione… la rivoluzione di ciò che ci circonda; per ricostruire i valori morali, l’etica, l’onestà, la libertà, il perdono, l’amore, il rispetto per la vita andati
persi distrattamente in un mondo troppo frenetico, che corre troppo in fretta. [..] Deborah Furlano

[..] Io dico play è l’imperativo del fare ma non un fare scatenato, disordinato, impersonale. Io dico play è come dire: “Io ordino a me stessa di prendermi cura di me e delle persone a cui voglio bene, di realizzare i miei sogni e desideri con passione e qualità”. Io dico play è il mettere in atto progetti utopici, unici, fuori dall’ordinaria mediocrità, progetti audaci, avvincenti, folli, di cui gioire con coloro che ti hanno sostenuto, accompagnato in maniera autentica e sincera dimostrando affetto incondizionato. [..] Fabiola Cosenza

[..] Noi che non siamo privilegiati dobbiamo farne a meno e contare sul passato e sul presente. Il futuro non ci è consentito vederlo. Perciò io dico Play con una benda sugli occhi, come fossi in un tram, aggrappato per non cadere. Sempre in bilico, insieme a tutti quelli che come me condividono questo microscopico momento di vita nell’infinito tempo dell’esistenza. Piergiorgio Greco


GUEST CONTENTS
DEBORAH FURLANO

Sono nata a Cosenza il 25 maggio 1975. Ho acquisito negli anni una concreta esperienza giornalistica e di operatrice del sociale che caratterizzale mie doti relazionali e di comunicazione. Ho capacità di adattamento, sono determinata, professionale, discreta, solare, spigliata e creativa. Amo cantare, mi piace leggere, disegnare, scrivere racconti, dilettarmi nell’arte del découpage. Pratico arti marziali ed escursioni in montagna a piedi ed in fuoristrada.

LUCA MASCULO LEGATO

Melito di Porto Salvo – classe 1984, nato il 23 Giugno e ancora non del tutto cresciuto. Nessuno ha mai capito cosa faccia davvero nella vita, a parte scrivere libri di merda. Nel 2017, al suo esordio editoriale, ha pubblicato con EscaMontage “Gelati al Pistacchio (ovvero, scritture che si apprezzano da grandi)”, libro dal meritato insuccesso, seguito poi da Fuoco Dentro. A breve il suo terzo capolavoro.

FRANCESCO GRANO

Francesco Grano è nato a Cosenza l’08/06/1990. Laureato in Linguaggi dello Spettacolo, del Cinema e dei Media collabora come critico cinematografico freelance per le webzine LetterMagazine, SlowCult, AgoraVox e Cyrano Factory. Ha pubblicato dei saggi cinematografici con le case editrici Luigi Pellegrini Editore e Ferrari Editore. La fotografia è una delle sue passioni, insieme al tanto amato cinema, alla letteratura ed alla scrittura.

LUCA PAPAIANNI

Fotografo calabrese. I soggetti che da sempre mi hanno appassionato ed incuriosito sono le persone e i miei giocattoli. Ho ventitré anni, amo la strada e tutto ciò che la circonda, cerco emozioni nella gente, negli anziani, nei bambini capricciosi, passo ore e ore nel cortile con macchinine, plastici e figurini a creare storie. Sin da piccolo mi autodefinisco un pirata, il pirata dei sogni.

CARMINE WILLIAM AMATO

Sono Carmine William Amato, sono nato il 13 Marzo 1993 a Cosenza. Sono da sempre stato un bambino curioso e affascinato da tutto ciò mi circondasse. Proprio per questo motivo sono stato spinto a viaggiare e a raccontare attraverso le mie foto tutto quello che riesce ad emozionarmi.

ELIANA GODINO

Cosenza, 1990. Laureata in Grafica Editoriale presso l’Accademia di Belle Arti di Roma dove lavora per un periodo come fotografa di eventi. Segue workshop con grandi fotografi (Zizola, De Luigi, Buzzanca)e viaggia tra Stati Uniti, Thailandia, Cina, Vietnam…Ritorna nella sua terra ed entra nel team “Corigliano Calabro per la fotografia”. Nel 2016 fonda il marchio FREE IDEA®. Attualmente si occupa di fotografia e grafica per le Aziende.

DANIELA PORCO

Mi chiamo Daniela Porco, ho venticinque anni e sono nata a Zell Mosel (Germania). Da ventitré anni vivo a Belmonte Calabro (Cosenza). Sono un’incettatrice incontrollabile di libri, adoro osservare la magnificenza della natura e amo scrivere sin da quando ho appreso come farlo alla scuola primaria. La mia è una scrittura diaristica, descrittiva e introspettiva che si sposa con buffe similitudini e metafore.

LiQMag_EDITORS

FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
PIERGIORGIO GRECO foto e bio su LiQMAG n. Zero
DENISE MELFI foto e bio su LiQMAG n. 15

RINGRAZIAMENTI

Per questo numero di LiQMag sono state usate tre immagini di Francesco Grano di cui una in copertina (Broken). Per aver trovato insieme a noi il titolo/tema di questo numero ringraziamo Fabiola Lacroce. Per il contributo al restyling tecnico e formale del comunicato redazionale Guida ai punti sensibili ringraziamo Denise Melfi che ha inoltre contribuito all’impaginazione del servizio redazionale dedicato a X Pression. Per le foto del Collettivo fotografico e per la foto in Terza di copertina ringraziamo Francesco Lesce (F.L.). Per la promozione verso i clienti partner ed inserzionisti ringraziamo Valentina Rizzo e Teresa Faragò. Grazie a X Pression Center nella persona di Francesco Sica per la fitball protagonista del servizio Lovely Soon.


Brief pubblicato su LiQMag n. 16
tema di LiQMag n. 17

Si diverte a disseminare tracce visive, perché attratto dal potere di trasfigurare, a mezzo di immagine, cose banali. I segni così prodotti sono come cumuli di cenere: frammenti derisori di esercizi nei quali divampa il fuoco dell’occhio. Fuor dai narcisismi – di cui è pieno il “troppo pieno” dell’oggi – non v’è altro significato che possa assumere una foto, specialmente per chi si giova di non saperla fare: imparare a usare gli occhi, contemplando in ironiche visioni il proprio modo di adorare l’insensato. // F.L.

LiQMAG n. 15

LEGGI IL PDF – 26,5 Mb
Visualizzazione a pagina singola per SmartPhone, iPhone e piccoli dispositivi. Vai nelle impostazioni del lettore pdf per scaricare, stampare, leggere a doppia pagina con copertina ed altro, in base alle caratteristiche del tuo lettore.

SFOGLIA ON LINE – 26,5 Mb
Visualizzazione a pagina doppia per Tablet, iPad, PC, Mac e dispositivi medio grandi. Vai nelle impostazioni del lettore on line per scaricare, stampare,  visualizzare a schermo intero e pagine singole, aumentare o diminuire la luce, inserire un segnalibro ed altro.

Edizione Limitata 1500 copie su Carta
Dicembre 2018 © IMPRESA LiQuida


MEMORIE DAL FUTURO

[..] C’è stato un momento in cui ho creduto di poter arrivare ad una risposta seguendo i tortuosi sentieri della filosofia che si alternavano a quelli della teologia. Poi ho mollato, ma Sant’Agostino mi è rimasto nel cuore e sono d’accordo con lui: c’è solo il tempo del presente. [..] Fabiola Cosenza

[..] Ecco che la memoria è l’ascia da impugnare per diventare guerrieri e fronteggiare nemici, mostri e fantasmi. Eroi senza una battaglia, se non quella contro noi stessi. E poi, ancora, le memorie dal futuro ci servono su di un vassoio, il pensiero al cambiamento. L’esperienza ci ha modificati in maniera più o meno consapevole, rendendoci persone nuove, diverse, mai più come prima. E, a seguire, l’idea del perdono, perché la memoria ci ha portato a perdonarci in modo da affacciarci, liberi, al futuro. È tutto un filo di minuscole perle, legate, sfericamente, l’una con l’altra. [..] Fabiola Lacroce

[..] Ora che scrivo i miei pensieri con la voce mi sento di essere tornato a quando non li scrivevo cioè quando non avevo l’esigenza di avere un taccuino, dei fogli di carta, un banco di scuola o un muro. Mi sento direttamente coinvolto dentro i pensieri con una mediazione in meno. [..] Piergiorgio Greco // Charlie


GUEST CONTENTS
FABIOLA LACROCE

Avvocato. Mi piace leggere, scrivere e conoscere. Ho due sorelle che sono la cosa più bella della mia vita. E una nonna che mi guida, sempre. Alla continua ricerca della felicità.

GIOACCHINO CRIACO

Nasce ad Africo, paese della provincia di Reggio Calabria. Figlio di pastori, si diploma presso il liceo scientifico “Zaleuco” di Locri, e si laurea in giurisprudenza a Bologna. Come racconta lui stesso, si rintana per sei mesi tra i monti e nella contemplazione del silenzio e di una vita appartata, elabora la sua prima fatica letteraria, Anime nere, il suo primo romanzo, di grande impatto socio-culturale. Inaugura così il noir di matrice calabrese.

MONICA FILICETTI

Classe 1991. Laureata in lettere e Beni Culturali, indirizzo archeologico. Nella vita Family Welfare nel settore assicurativo, nel cuore da sempre amante di ogni più libera forma di espressione. L’amore per la fotografia è stato la grande costante della mia vita, lo scatto il mezzo per custodire e preservare la bellezza che mi circonda, la forma più coerente per me, di esprimere e condividere la mia sensibilità. monicafilicetti@me.com

COSTANTINO RIZZUTI

Compositore e artigiano digitale appassionato di Computer Music e Interaction Design. Di formazione ingegneristica, ho approfondito la conoscenza delle tecnologie del suono, della musica elettroacustica
e dell’informatica musicale attraverso un master in Ingegneria del
Suono e un dottorato di ricerca sulla Musica e i sistemi complessi. Dopo
il diploma triennale in Musica e nuove tecnologie, sto svolgendo il Biennio specialistico con il Maestro Francesco Galante.

VALENTINA RIZZO

Nata a Cosenza, l’08/02/1992 sotto il segno dell’Acquario. Creativa. Sognatrice. Fortemente legata alla sua terra, la Calabria. Frequenta il liceo
scientifico, e successivamente l’Università nel campo della comunicazione.
Amante della cultura Urban, sin dai 12 anni cresce con nelle orecchie la musica rap. Amante della propria macchina viola, dei viaggi, dei tramonti e della fotografia.

DENISE MELFI

Nata a Catanzaro il 16 maggio 1989. Laureata in Grafica d’Arte e specializzata in Graphic Design presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Creativo e grafico free lance con numerosi lavori all’attivo, nei diversi settori della grafica, e una gran voglia di mettersi in gioco sperimentandone molti altri ancora.

LiQMag_EDITORS

FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
CHARLIE foto e bio su LiQMAG n. Zero
DENISE MELFI foto e bio su LiQMAG n. 15
ANNA LAURIA foto e bio su LiQMAG n. 04
BARBARA PRIOLO foto e bio su LiQMAG n. 14
DIEGO DATTOLA foto e bio su LiQMAG n. 14
ALESSANDRO CRUSCO foto e bio su LiQMAG n. 06
FEDERICO ORLANDO foto e bio su LiQMAG n. 05
GAETANO GIANZI foto e bio su LiQMAG n. 10
JENIFHER BARBUTO foto e bio su LiQMAG n. 14
SIMONA MINERVINO foto e bio su LiQMAG n. 12
ORNELLA MAMONE CAPRIA foto e bio su LiQMAG n. 14
ROBERTA SAULLO foto e bio su LiQMAG n. 14
FILIPPO MALICE foto e bio su LiQMAG n. 11
ORESTE MONTEBELLO foto e bio su LiQMAG n. 14

RINGRAZIAMENTI

Per le foto del servizio Tof, tof. ringraziamo Margot, la sua padrona Alessia Franco e Fabiola Rossi – anche modella del servizio Lovely Soon. Per le foto del servizio Lifestyle/ Street Art ringraziamo Benedetta Ristori. Per la promozione
verso i clienti partner e inserzionisti ringraziamo Elisa Rachele, Melania Cannariato e Valentina Rizzo – anche redattrice del servizio Lifestyle. Per la foto in alto, nella pagina Open Day Azienda iGreco 22 giugno 2017, ringraziamo
Gaetano Gianzi e per quella in basso Oreste Montebello. Ringraziamo Denise Melfi per l’impaginazione grafica dei servizi: Tof tof., Editoriale Memorie dal Futuro, Concorso LiQuido n. 4 (Festival Culture Creative d’Impresa a Km 0 –
anteprima ufficiale Open day Calabra Maceri, evento speciale, creativi pro e opere fuori concorso). Grazie infine a Francesco Barilaro, Lisa Vercillo
e Giuseppe Livoti per il loro contributo al progetto e ritratti nel servizio dedicato alla quarta edizione del Concorso LiQuido.


Brief pubblicato su LiQMag n. 15
tema di LiQMag n. 16

// iO dICO pLAY // Paolo, un signore elegante, con un leggero accento napoletano e le mani grandi, aveva il potere di zittire un’aula colma di 300 studenti. Veniva su un silenzio surreale e ancora mi chiedo dove riuscivamo a stipare i respiri. Lui faceva cose con le parole. Non aveva bisogno di chiedere attenzione, erano le sue parole che si imponevano gentili e severe. Ho capito allora che sono le parole che tante volte creano la realtà. “Cinque minuti di pausa” diceva, poi i banchi si riempivano ancora una volta e aveva inizio una realtà nuova. Fabiola Cosenza

“Mi fermo. Respiro. Muovo la mano. La alzo. Il dito trepida. -Io dico play. – Allora, penso. Guardo in alto, arrotolo gli occhi, il respiro si increspa, trattengo il fiato.- Io dico play. – la chiocciola di neve si srotola, dall’alto al basso, dal basso all’alto, e su e giù, e giù e su. – Io dico play. – basta riflettere, basta star fermi, basta rimanere con i piedi cuciti: io dico play! Dico play, lo ripeto salendo le scale, sul dorso di panna, che si srotola dall’alto al basso, dal basso all’alto. sollevo lo sguardo. Ora ci sono. Sono qui e dico play”. Fabiola Lacroce

Le memorie dal futuro somigliano ai presagi del passato. Noi dove siamo? Siamo certi di andare nel verso giusto? Guardare indietro o guardare avanti? Cambiano le cose o siamo noi che vediamo in modo diverso? La Rivista LiQuida nel 2019 sarà ormai nel futuro. Oggi possiamo solo scrivere quello che stiamo per pubblicare e immaginare quello che scriveremo. A meno che quel futuro non sia già passato allora si che sarebbe un’altra storia da raccontare e magari anche da vivere. // iO dICO pLAY // Charlie

LiQMAG n. 14

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 1500 copie su Carta
Luglio 2015


CONCORSO LiQuido n. 4 “Memorie dal futuro” + FESTIVAL delle Culture Creative d’Impresa a Km 0 + LiQMag n. 14/Zero

Dal territorio di Rende e Cosenza verso la Calabria / It / Eu / World e viceversa. Un evento itinerante (da maggio a settembre 2017) con incontri di presentazione + esclusivi open-day (vernissage, esposizione, workshop e altro) nelle aziende partner + eventi collegati al Concorso (arte, musica, danza e altro) nei comuni partner + 3 giorni conclusivi di Festival (expo, creative, market, talk, laboratori e altro) in una prestigiosa location ( Rende/Cosenza) all’interno di un importante evento.

Obiettivo 20 creativi di cui 16 hanno visto la PUBBLICAZIONE su LiQMag n. 14 “MACCHINE PENSANTI”  oltre che l’ESPOSIZIONE nell’azienda iGRECO il 22 giugno 2017 a Cariati (CS), nella storica azienda Liquirizia AMARELLI  il 10 agosto 2017 a Rossano (CS) e come ultimo evento di apertura del FESTIVAL delle Culture Creative d’impresa a Km 0  – inserito nell’edizione n.52 del Settembre rendese – nell’azienda CALABRA MACERI il 16 settembre 2017.

I Creativi selezionati sono stati quindi esposti all’interno del Castello di Rende Museo Bilotti arte contemporanea (CS) dal 20 al 24 settembre 2017 per la prima edizione del FESTIVAL delle Culture Creative d’impresa a Km 0  inserito nel cartellone dell’edizione n. 52 del Settembre rendese .

I Creativi selezionati hanno inoltre partecipato ai premi speciali “Impresa LiQuida” e “Arte Urbana” presentando durante i giorni del Festival un progetto, in risposta alla Call/Brief delle aziende partner e/o una produzione/opera già esistente e/o che ha completato il progetto presentato al Concorso.

Il Creativo che partecipa al Concorso liquido n.4 non ha l’obbligo di produrre un prodotto finito (opera) al fine di accedere alla selezione della giuria tecnica e proseguire il Concorso. Egli presenta il progetto di un’opera che può essere finita (nel caso in cui presenta un prodotto finito), semi-finita o che può anche non esistere ancora, nel rispetto della tematica del Concorso. Il Creativo per presentare l’opera può usare l’immagine e la scrittura creativa (liquida) con uno stile evocativo, suggestivo, facendo per esempio foto del suo studio, degli strumenti che utilizza e/o che intende usare, di luoghi, persone, animali, cibo o altro di riferito all’opera, presentandola quindi da un punto di vista media quindi una meta-opera, un’opera concept che esiste come progetto. Il Creativo descrive l’opera raccontandola, se esiste la può fotografare ma, se non esiste può per esempio fotografare il luogo dove immagina che prenderà forma. Se fosse un quadro, una pittura, può fotografare la tela con i primi segni e descrivere attraverso un testo quello che vuole raggiungere oppure può fotografare un supporto bianco non ancora iniziato.


MACCHINE PENSANTI

Non è vero che saranno i Robot a dominarci nel prossimo futuro. Se non riesce un uomo riescono più uomini e se neanche loro riescono allora sì che ci vuole una macchina enorme come la luna. Gli uomini – intesi come genere umano che evolve se stesso attraverso due sessualità in grado di procreare – faranno di tutto. Ma questo è nella loro indole. Sentirsi mortali nemmeno per sogno. Perciò, meglio creare “esseri“ immortali piuttosto che altri, fragili, esseri umani. Per esempio, potremmo creare grandi organizzazioni per durare centinaia di anni, fatte di persone che ogni giorno rinunciano a parti di sé per nutrire qualcosa di più importante, per la sopravvivenza di tutti. Macchine che pensano di nutrire il grande formicaio con la speranza di sopravvivere e tornare un giorno ad essere libere [PiGreco].


GUEST CONTENTS
FRANCESCO VISCA

Francesco Visca nasce in un posto di mare (Crotone), cresce in un porto mare (Schiavonea), affascinato dal viaggio e dalla ricchezza della diversità. Si forma tra studi scientifici, esperienze sociali, tanto volontariato; e fa tutt’altro lavoro, in un call center di Rende. Non ha diplomi da mostrare, solo la voglia di coltivare passioni, senza pretesa di piacere a nessuno.

FRANCESCO CIARDULLO

Nasce a Cosenza il 26/04/1993. Si laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università della Calabria. Il suo stile è caratterizzato dallo “scatto rubato” ad arrivare al più attento e studiato “reportage”. Un modo di fotografare che viene modellato nel tempo con diversi corsi, workshop e diverse collaborazioni.

ORESTE MONTEBELLO

Fotografo professionista nato a Soverato (Cz) il 9 novembre del 1965.
Ho vissuto a Roma, Milano, Parigi, Barcellona, Madrid e nella ex Jugoslavia. Ho fotografato cinema, teatro e musica underground. I delitti della Roma Capitale,  la cronaca quotidiana e le cronache rosa. Ho lavorato per La Repubblica, Il Messaggero, Il Tempo, Il Venerdì della Repubblica, Corriere della Sera Sette, Panorama, , Espresso, Libération, El Pais, La Presse, Master foto, Dufoto, Reporter Associati, F3Press, Sigma, De Bellis. Oggi vivo a Soverato da free lance.

CREATIVI E OPERE SELEZIONATE DAL CONCORSO LIQUIDO

Diego Dattola | Roberta Saullo | Adelaide D’AgostinoTirso Ceazar Pons | Giulia Renzi | Immacolata Melito | Erika Godino | Daniela Petrone | Barbara Priolo | Salvatore Privitera | Mena Romio | Benedetto Aquilone | Jenifher Barbuto | Federico Orlando | Alessandra Plovino | Ornella Mamone Capria

EDITORS_CONTRIBUTORS

FEDERICO ORLANDO foto e bio su LiQMAG n. 05
GAETANO GIANZI foto e bio su LiQMAG n. 10
PIGRECO foto e bio su LiQMAG n. Zero
FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07

RINGRAZIAMENTI

Per le foto del servizio iGreco open day Tirage e Sboccatura ringraziamo Domenico Liguori, Gaetano Gianzi, Mena Romio e Oreste Montebello che ringraziamo inoltre per la foto di copertina, la foto quarta di copertina iGreco, la foto sfondo della pagina Index e le due foto sfondo delle pagine guest contents ed editors. Per il contributo al servizio Sulla via di Santiago ringraziamo Maria Carmela Di Marte. La foto in questa pagina è di Francesco Visca. Grazie ad Annalisa Mirabelli perché questo numero di LiQMag è stato impaginato con il suo Vaio rosa.


Brief (pubblicato su LiQMag n. 13)

Il prossimo LiQMag avrà un tessuto che reagisce al tatto con mugolii e gemiti se toccato in un certo modo oppure strilli e imprecazioni se toccato in modo non consono. All’apertura delle pagine si vedranno draghi e dinosauri, unicorni e mammalucchi che volano, ridono, giocano e ti guardano. Se non ti lecchi le dita.. molto probabilmente non vedrai niente di tutto questo. La sostanza lisergica – di cui saranno intrise le pagine del nuovo LiQMag – per essere assimilata bisogna metterla in bocca o al limite inalarla. Quindi se sei miope e ti avvicini molto alle pagine e non ti lecchi le dita, può essere che vedrai comunque i draghi e gli unicorni di cui sopra altrimenti o ti lecchi le dita e sfogli le pagine o finirà per non piacerti. Il prossimo numero di LiQMag finirà per non piacerti. Sempre che tu ne abbia cognizione. Potrebbe non essere visibile a tutti. Un accesso User e Password tramite la lettura dell’iride oppure – tornando alle dita – un accesso tramite impronte digitali. Un contenuto diverso per ogni lettore con una pagina dedicata al DNA dove – se sfreghi su con un qualsiasi pelo del corpo (capelli, peli pubici, barba..) – ti restituisce la provenienza genetica (tipo che prima eri una rana) e ti dice quali malattie sono per te dietro l’angolo, pronte a farti fuori nonostante i tuoi sforzi nel cercare di evitare l’inevitabile. Oppure sarà un numero telepatico tipo che pensi LiQMag e ti arrivano i contenuti in Wi-Fi. Ma comunque sarà.. sarà sempre liquida e se non sarà liquida non sarà LiQMag.

LiQMAG n. 13

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 3000 copie su Carta
+ 750 copie Allegato/Supplemento “Raccolta di 12 tavole a cura di autori/creativi scelti e pubblicati su LiQMag dal 2011 al 2016” oltre ad aziende partner e nuovi autori.
Dicembre 2016


Il meglio di LiQMag dal 2011 al 2016:

SENZA OLIO DI PALMA

155 Autori / Creativi e 350 Aziende private e pubbliche che dal 2011 ad oggi sono state presenti sul nostro Magazine di Arte e Cultura Contemporanea a km 0. Un’esperienza di vissuto tra persone, cose, animali, piante, luoghi e avvenimenti. Una Performance di vita liquida in un luogo circoscritto, con la sua mentalità, visione, cultura, e con le sue paure e sogni. Con il suo vivere finito come qualsiasi altra cosa che vive e poi non vive più perché altrove, trasformata in chissà quale altra cosa [..]

GUEST CONTENTS
ANNAMARIA BUONO

Pur prediligendo studi economici, ho sempre affiancato alla precisione dei numeri la perfezione della fantasia. La passione per la vita mi porta a sperimentare sempre nuove esperienze nell’arte e nella comunicazione.  Costante è la ricerca e la cultura del bello, in particolar modo nella natura che considero  un dono prezioso da valorizzare e difendere con attività di comunicazione e sensibilizzazione ambientale.

FEDERICO RITA

Nato a Roma nel ’94 è studente di Design del Prodotto Industriale al Politecnico di Milano. La scrittura è sempre stata una costante nel suo percorso personale e formativo. Ama sperimentare, sia nel design che nella scrittura. Riuscire ad emozionarsi per la bellezza oggettiva della diversità e dell’unicità è ciò che oggi conta di più per conoscere e per raccontare l’essere umano. federicoritacfr@gmail.com

MATTEO ZENARDI

Nasce a Cosenza il 18 maggio 1988. Da sempre legato e affascinato dal mondo dell’arte frequenta l’accademia di belle arti di Roma. A Roma vive circa sette anni lavorando su performance artistiche e poi nel mondo del cinema e del teatro. Nel 2016 torna a Cosenza decidendo di trasformare le scenografie teatrali in allestimenti e decorazioni di attività commerciali, appartamenti e altro di simile.

SERENA BUCCA

Siciliana d’origine e Cosentina di fiera adozione. Laureata e adeguatamente masterizzata, qui ho creato e mi sono presa cura di un progetto    d’azienda artistico-imprenditoriale amato alla stessa stregua di un figlio (un altro… quello in carne ed ossa ha 4 anni e si chiama Luigi). Per diletto raggrumo parole e mi diverto a cesellarle per dar forma alle mie visionarie emozioni, trasformandole in parole.

VANESSA ROMANO

Vanessa Romano, nata a Rossano, storica cittadina dell’hinterland cosentino, quasi ventiquattro anni fa (08-12-1993). Sin da sempre ha la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura; ama viaggiare e studia per portare a termine i suoi obiettivi e sogni. Possiede uno spirito innovativo e fuori dal comune. Solarità e determinazione sono le caratteristiche che la contraddistinguono.

EDITORS_CONTRIBUTORS

PIERGIORGIO GRECO foto e bio su LiQMAG n. Zero
ANITA DE FRANCO foto e bio su LiQMAG n. 01
STEFANO CUZZOCREA foto e bio su LiQMAG n. 01
VALENTINA GRECO foto e bio su LiQMAG n. 02
NICOLA LABATE foto e bio su LiQMAG n. 04
FEDERICO ORLANDO foto e bio su LiQMAG n. 05
FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
MARCO SERRAVALLE foto e bio su LiQMAG n. 08
VERONICA PINELLI foto e bio su LiQMAG n. 08 
FRANCO FERRISE foto e bio su LiQMAG n. 09
GIOVANNA TENUTA foto e bio su LiQMAG n. 09
VINCENZO RAIMONDI foto e bio su LiQMAG n. 09 
EUGENIO COLONNA foto e bio su LiQMAG n. 10
CHIARA DE SETA foto e bio su LiQMAG n. 11
RITA GUGLIELMELLI foto e bio su LiQMAG n. 11

RINGRAZIAMENTI

Grazie a Rosa La Salvia per il salotto/studio come ai vecchi tempi di LiQMag, a Valentina Greco per la grafica e la tenacia con cui ci ha accompagnato fino alla chiusura di questo numero. A Fabiola Cosenza che è così dentro questo progetto che non riesce a ringraziarsi ma soprattutto per la parte Account e Relazioni pubbliche. Grazie ai partner che continuano a seguirci con passione ed interesse: Fortunato Amarelli, Franco Ferrise, Crescenzo Pellegrino e Annamaria Buono per l’azienda Calabra Maceri e Servizi, Elio Stirparo e Wanda Chiodo per l’azienda Stirparo, Attilio De Rango per La Direzionale. Grazie a Vincenzo Piccolo per l’azienda Rossosapore, ad Antonio Aceto per l’azienda Gruppo Aceto che dopo il numero Zero è ritornato ad essere tra i nostri partner. Grazie a Mario Calabria per Ariha Hotel, Francesca Gagliardi per La Maison. Grazie a Gerardo Colavolpe. Grazie a Gianpaolo Palumbo e Guido Ricchio per Corte Italiana. Grazie a Elisa De Bonis. Grazie a Marco Prestigiacomo per Ink Kaos Tattoo, a Emanuele Iaccino per Emanuele Parucchieri, a Mario Pellegrino e al suo team di Grafiche Calabria per l’ottimo inizio di relazione; agli autori “vecchi e nuovi” che stanno sperimentando con noi l’inizio della nuova fase (2 alla “n”).

LiQMAG n. 12

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 3000 copie su Carta
Allegato/Supplemento a LiQMAG n. 11
Settembre 2016


Rassegna fotografica e descrittiva:

ESPOSIZIONE durante la DESIGN WEEK in Via Savona, 11 c/o la sede della Design Library a Milano collegata agli eventi del “Fuorisalone” (evento fringe ufficiale 400.000 visitatori) dal 12 al 17 aprile 2016;

EVENTI di RITORNO (esposizione della mostra allestita a Milano) nel Km 0 di partenza in quei territori rappresentati dagli enti pubblici che hanno sostenuto l’intero progetto determinando di fatto un Km 0 esteso.

Pubblicazione dei restanti 6 creativi scelti dal Concorso liquido_3 a completamento del progetto (10 creativi esposti alla DESIGN WEEK 2016 a Milano e 14 creativi pubblicati su LiQMAG n. 11 e 12).


IL TESORO DI ALARICO

L’edizione speciale di LiQMAG n. 12 “IL TESORO DI ALARICO”, Supplemento e Allegato a LiQMAG n.11 con la “Guida ai punti sensibili” è stata curata da Fabiola Cosenza (testi redazionali) e Piergiorgio Greco (testi e foto redazionali). Trovi l’Editoriale a pag. 18 di LiQMAG n. 11 “EUREKA!”


GUEST CONTENTS

GIUSEPPE LOCOCO

Nasce a Messina nel 1993. Diplomato all’ Istituto d’arte E. Basile di Messina frequenta il terzo anno del Corso di studi Triennale di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Assembla principalmente materiali di recupero. Ha partecipato al laboratorio aperto di arte ambientale, organizzato dall’ Accademia di Belle Arti di Venezia 2013. “Donne e Resistenza”, mostra d’arte all’ Osservatorio sulla ‘ndrangheta 2013/2014 al quale ha donato l’opera “Tra Fuga e Prigionia”. Tra le altre partecipazioni quella alla 5º edizione del premio internazionale “Limen Arte” alla camera di commercio di Vibo Valentia 2013 e la partecipazione al Premio Arte e Pollino 2014.

ANNA BADOLATI

Anna nasce a Palmi nel gennaio del 1961. Dopo la maturità consegue la laurea in Servizio Sociale. Lavora presso un Centro per disabili e quell’esperienza acuisce la sua sensibilità che si riflette nelle sue opere. Nel 2013 decide di frequentare la Scuola di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Anna predilige un particolare figurativo che sfocia in astrazione. Per le sue opere utilizza l’argilla o materiali di recupero a cui da forma e vita.

SIMONA MINERVINO

Insegnante coreografa, free lance artist; Direttrice artistica dell’Asd Dance Movement, art director e coreografa del progetto di sperimentazione coreografica S.M.D.M Youth Ballet con il quale va in scena al teatro Troisi di Napoli e  si classifica come coreografa in vari concorsi nazionali; ufficialmente invitata all’International Youth Dance Gala/incontri internazionali di danza ad Atene e Konigsteiner (DE).

ROSITA VAIRO

Mi chiamo Rosita Vairo, sono nata a Cosenza il 06/11/1992. Ho studiato presso il Liceo Artistico Statale di Cosenza e nel frattempo ho studiato canto. Dopo il diploma, mi sono dilettata nel “cake design” e infine, dopo un anno per così dire sabbatico, mi sono iscritta alla facoltà di Lettere e beni culturali. Sono una ragazza che ama l’arte in tutte le sue sfaccettature, ma anche gli animali. Quello che più mi definisce è la musica, ma nonostante tutto, cerco di dilettarmi in qualsiasi cosa dove l’arte c’è e vive in essa.

GIULIO TELARICO

E’ nato a Cosenza il 6 febbraio 1949. Laureato al DAMS, ha insegnato Discipline Pittoriche c/o il Liceo Artistico di Cosenza. I suoi inizi sono legati all’analisi del paesaggio, verso un tipo di pittura paesaggistica-macroscopica. A partire dagli anni Ottanta l’attenzione al dettaglio si focalizza sugli elementi decorativi. Con gli anni Novanta l’attenzione macroscopica verso il particolare si evolve verso il segno istintivo o come retaggio, supportato da una tecnica apparentemente gestuale e pittorica di grande precisione ed effetto cromatico. Negli anni 2000 partecipa a diverse mostre e riceve uno dei premi per la pittura nell’ambito della “Terza Triennale D’Arte Sacra Contemporanea” di Lecce. Espone a Roma negli spazi della Fondazione Volume e nei locali del Pantheon Royal Suite. Nel 2012 riceve, nell’ambito della XXVI Edizione del Premio Pandosia, il premio alla carriera quale artista tra i più interessanti e lungamente attivi nel territorio regionale, la cui poetica visiva ha saputo e riesce ancora a ricercare un linguaggio autonomo nell’estetica attuale. Risiede e opera tra Cosenza e Roma.

SANTO CAGLIOTI

Nato a Gerocarne (VV) il 03/07/1960, risiede a Torino. 1978 Diploma di Maestro d’Arte presso l’Istituto d’arte D. Colao Vibo Valentia. 1980 Maturità d’Arte Applicata presso lo stesso Istituto. Dottorando in Architettura al Politecnico di Torino. Le opere di Santo Caglioti sono Tessut’Azioni di Fila-Menti di cotone che, come metafora e non solo, rappresentano la rottura della Tela divenendo Reti Spaziali. Tra le principali Mostre: 2011- 54^ Biennale di Venezia a Palazzo Nervi, Torino, a cura di V. Sgarbi. 2015- 56^ Biennale di Venezia “Global Village” a cura di Viviana Vannucci. 2015- C.I.M, Museo di Grottammare(AP) a cura di Viviana Vannucci. Vive ed opera tra Torino e Gerocarne. art.caglioti@libero.it Fb: Santo Caglioti

EDITORS_CONTRIBUTORS

PIERGIORGIO GRECO foto e bio su LiQMAG n. Zero
FRANCO FERRISE foto e bio su LiQMAG n. 09
MARILENA MORABITO foto e bio su LiQMAG n. 11
RITA GUGLIELMELLI foto e bio su LiQMAG n. 11
MARCO SERRAVALLE foto e bio su LiQMAG n. 08
FABIOLA COSENZA
foto e bio su LiQMAG n. 07

RINGRAZIAMENTI

Grazie a Massimo e Natalie di OEDstudio (location Milano), Giorgia Stirparo per l’entusiasmo contagioso e la presenza attiva nei giorni del Fuorisalone, Franco Ferrise sempre pronto a fare progetti creativi,  Simona Minervino liquida e passionale, Marilena Morabito per la ricerca e la gestione dei creativi del Concorso Eureka! e per il supporto organizzativo, i partner che ci hanno sostenuto e senza i quali non saremmo riusciti a raccontarvi il Fuorisalone 2016.

LiQMAG n. 11

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 1200 copie su Carta
Marzo 2016


Obiettivo 20 creativi di cui 8 hanno visto la PUBBLICAZIONE su LiQMAG n. 11 Eureka! portato in ESPOSIZIONE su tavole in grande formato (10 creativi finali scelti) a Milano durante la DESIGN WEEK in Via Savona, 11 c/o la sede della Design Library  collegata agli eventi del “Fuorisalone” (evento fringe ufficiale 400.000 visitatori) dal 12 al 17 aprile 2016.

Dei 10 creativi esposti a Milano 6 sono stati scelti dalla giuria del concorso e 4 dalla redazione di LiQMAG  (+2 pubblicati su LiQMAG n. 11 Eureka! +4 esposti a Milano).

La mostra allestita a Milano è stata portata di ritorno nel Km 0 di partenza in quei territori rappresentati dagli enti pubblici che hanno sostenuto l’intero progetto determinando di fatto un Km 0 esteso.

Materia prima del contenuto creativo è stata l’idea nella sua accezione più pura, come processo creativo o attimo lucente, folgorazione, rivelazione, intuizione espressa o invenzione. Il riferimento ad Archimede è chiaro ma anche a Galileo Galilei e quindi a Leonardo. Come dire, dalla civiltà classica, dalla Trinacria alle terre Longobarde in un racconto mitologico surreale ma anche scientifico e tecnico come sa essere il linguaggio che nasce della fisica elementare ed arriva al design contemporaneo.

“EUREKA!” è stato il titolo/tema del Concorso liquido_03 e di LiQMAG n. 11 con il presupposto di raccontare – attraverso i più disparati linguaggi dell’arte e della cultura contemporanea – i rapporti tra le persone ed il territorio in cui vivono, rapportandosi ad esso in modo soggettivo, intendendolo perciò come ambiente, cibo, arte, cultura, costume, storia, tradizione ed altro di simile e personale.

La scrittura e l’immagine fotografica, sono invece state lo strumento/obiettivo primario attraverso cui far convergere tutti gli altri linguaggi creativi liberamente utilizzabili.


EUREKA!

“Dio ama chi cerca e non chi ha già trovato.” Ciò detto, meglio non ritrovarsi schiavi del cercare. A volte, per fermare provvisoriamente la sete, bisogna trovare! consapevoli che l’appagamento durerà ben poco.


GUEST CONTENTS
MARILENA MORABITO

Nasce a Reggio Calabria il 25 Ottobre 1976. Nella stessa città frequenterà l’università di Architettura conseguendo, nel 2004 la laurea in Storia e Conservazione dei Beni Architettonici ed Ambientali. Nel 2011 si avvicina al mondo del teatro, che sarà spunto ulteriore per quello che poi diverrà sentimento puro verso le contaminazioni dell’anima. Si trasferisce nel 2012 nella città di Cosenza, dove avrà la possibilità di sperimentare le sue doti eclettiche.

STEFANO MILAZZO

Nato a Marsala nel 1978. Si laurea in architettura nel 2005 e fin dal periodo universitario si avvicina al mondo fotografico. La sua ultima fase artistica si sviluppa principalmente attraverso il linguaggio di reportage fotografico. Partecipa a numerosi workshop con importanti artisti a livello internazionale. Gli ultimi progetti sono legati al mondo dell’arte e degli eventi culturali realizzando reportage degli eventi promossi da Expò e Territori al museo di Reggio Calabria e al museo di Vibo Valentia.

RITA GUGLIELMELLI

Nasce a Cosenza nel 1988. Appassionata sin da piccola di fumetti di ogni genere si diploma presso il liceo artistico di Cosenza e continua la sua formazione partecipando a vari corsi patrocinati da enti e aziende. Collabora con alcune case editrici locali illustrando libri per ragazzi.

CREATIVI E OPERE SELEZIONATE DAL CONCORSO LIQUIDO

Giuseppe Raffaele | L.A.B.1 a cura di Filippo Malice | Gennaro Giacalone e Roberta Pellè | Angelo Tolone | Chiara De Seta* | Francesco Morabito | Rosa Passarelli | Violeta Rivera

EDITORS_CONTRIBUTORS

FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
ROSARIA SUCCURRO foto e bio su LiQMAG n. 10
FRANCO FERRISE foto e bio su LiQMAG n. 09
MARIO TOSTI foto e bio su LiQMAG n. 10
MARCO SERRAVALLE foto e bio su LiQMAG n. 08
PIERGIORGIO GRECO
foto e bio su LiQMAG n. Zero
Maria Crobu, Pablo Veltri, Delia Dattilo.

RINGRAZIAMENTI

La redazione ringrazia Greta Falbo e Francesco Bruni per la disponibiltà e la professionalità, Ci Piace Original per l’artwork dell’immagine pubblicitaria di “Eureka!”, Elio Stirparo, Wanda Chiodo e Franco Ferrise per la propensione alla ricerca e all’innovazione, Fortunato Amarelli, Emilio De Seta, Attilio De Rango, Maura Falbo, Egidio Chiappetta e Filomena Greco per la continuità nel sostenere i nostri progetti culturali, Gerardo Colavolpe e Crescenzo Pellegrino per l’inizio di questa nuova avventura insieme. Ringraziamo inoltre Rocco Guglielmo, Paola Giansiracusa, Michele Ambrogio, Silvano Corno, Francesco Donato, Alessandra Capalbo, Tina De Rosis, Fiorenza Gonzales, Giovanna Capitelli e Leonardo Passarelli per il sostegno istituzionale. Infine ci teniamo a ringraziare Giuseppe Iavicoli per la continuità della relazione nonostante la distanza ed il link alla location di Milano per il Fuorisalone 2016.

LiQMAG n. 10

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 1200 copie su Carta
+ 1800 copie Allegato free press
Dicembre 2015


CONCORSO LIQUIDO_02 + LIQMAG N. 10

Obiettivo 20 creativi di cui 10 hanno visto la PUBBLICAZIONE su LiQMAG n. 10 e l’ESPOSIZIONE nell’officina dello Show Room Chiappetta Volkswagen di Corigliano (CS).

Materia prima del contenuto creativo è l’automobile Volkswagen nelle sue più svariate forme, modelli storici, attuali e innovativi, contestualizzata in location di qualsiasi genere, in movimento, statica ma anche solo come dettaglio o singole parti fuori contesto, come oggetto, con persone, animali, piante e quant’altro di simile. L’automobile potrà inoltre essere trattata come ricordo e/o fonte di ispirazione.

“IL FUOCO DI ELETTRA” è stato il titolo/tema del Concorso liquido_02 e di LiQMAG n. 10 con il presupposto di raccontare – attraverso i più disparati linguaggi dell’arte e della cultura contemporanea – i rapporti tra le persone ed il territorio in cui vivono, rapportandosi ad esso in modo soggettivo, intendendolo perciò come ambiente, cibo, arte, cultura, costume, storia, tradizione ed altro di simile e personale.

La scrittura e l’immagine fotografica, sono invece state lo strumento/obiettivo primario attraverso cui far convergere tutti gli altri linguaggi creativi liberamente utilizzabili.


IL FUOCO DI ELETTRA

Alla domanda cosa ha scatenato il “dieselgate” il tempo ci risponderà ma una cosa è certa il dieselgate non riguarda solo Volkswagen poiché sta emergendo quello che tutti (le autorità e mezzi di informazione) sapevano da sempre è cioè che: tutte le compagnie automobilistiche ingannano i loro clienti con test e misurazioni truccate. Pertanto quello che è scandaloso è che i “grandi media” sono complici con le lobby di gruppi industriali nel tenere allo scuro il grande pubblico, o peggio sviarlo. [..]

Improvvisamente non ricordo più niente. La matassa dei miei pensieri è talmente ingarbugliata che non riesco a venirne a capo. Aspetta un attimo. Capo. Si, c’era un capo. O forse erano due. Un capo contro un altro capo. Chi è più capo? Chi è il mio capo? Sotto quale capo? Mi sveglio quando è notte fonda, con la paura di essere portata via, in un luogo che non è più il mio, in cui non mi riconosco. Sudo e tremo, il cuore batte all’impazzata. No, la mia vita non è più lì dove invece c’è quella di qualcun altro che mi desidera. Un desiderio forte e passionale, ardente. Un fuoco. [..]


GUEST CONTENTS
ANNA CIPPARRONE

Storico dell’Arte, è direttrice del Museo delle Arti e dei Mestieri della Provincia di Cosenza hub della Rete Museale Provinciale. Nel suo percorso professionale ha inteso unire la ricerca scientifica alla valorizzazione, interpretando il Museo come luogo di “restituzione” della storia e delle identità di un intero territorio ai cittadini attraverso mostre, pubblicazioni e laboratori. Impegnata nella didattica museale è responsabile del progetto Museum Children Ebook; curatrice di mostre è autrice di volumi scientifici, articoli e saggi. Collabora alla realizzazione e crescita del progetto BoCS-Art.

DIEGO MAZZEI

Classe 1975. Il 2003 inizia il mio percorso fotografico sperimentale; in seguito alla frequentazione di un corso-laboratorio tenuto da quel che diverrà il mio “professore” Luigi Cipparrone. La tecnica usata nel periodo “analogico” è prevalentemente il foto-collage Con l’avvento del digitale, il lavoro d’indagine, continua utilizzando la fotografia come pretesto per approfondire le conseguenze da esso generate.

MARIO TOSTI

Nasce a Cosenza nel 1967, a 11 anni è allievo del Maestro Peppino Malito. Nel 95 entra nel Quotidiano come fotoreporter e dal 2006 iscritto all’ordine dei giornalista. Collabora con Associated Press, France Press e le maggiori agenzie nazionali. Pubblica su Corriere della Sera, Repubblica , il Mattino, Sole 24 Ore e il settimanale Sette del CdS.

ROSARIA SUCCURRO

Nasce a San Giovanni in Fiore il 15/08/1976. La sua carriera professionale la vede protagonista attiva nel settore della comunicazione, degli eventi e delle strategie di marketing. Oggi riveste la carica di assessore alla Comunicazione, Turismo e Marketing Territoriale; Teatro Eventi e Spettacoli; Formazione Coscienza Civica e Cittadinanza Attiva per il Comune di Cosenza.

CREATIVI E OPERE SELEZIONATE DAL CONCORSO LIQUIDO

Angela Tiesi | Ercolino Ferraina| Eugenio Colonna | Franco Ferrise | Gaetano Gianzi | Giulia Gasparini* | Giuseppe Pastore | Laura Azzali | Marco Serravalle* | Vincenzo Curia

EDITORS_CONTRIBUTORS

ANGELA TIESI foto e bio su LiQMAG n. 09
FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
FRANCO FERRISE foto e bio su LiQMAG n. 09
GIUSEPPE PASTORE foto e bio su LiQMAG n. 09
LAURA AZZALI  foto e bio su LiQMAG n. 05
MARCO SERRAVALLE foto e bio su LiQMAG n. 08
GHOST WRITER foto e bio su LiQMAG n. Zero

RINGRAZIAMENTI

Anna Lauria e Gaetano Gianzi (Ass. Corigliano per la fotografia) per il sostegno, Antonio Donadio, Giulia Gasparini e Mena Romio per il contributo fotografico, Attilio De Rango e Fortunato Amarelli per il rinnovo della fiducia, Carmela Turano (resp. distribuzione e promozione) per il sostegno emotivo e la foto di copertina, Egidio Chiappetta per l’adesione, Emilio De Seta per la fiducia e la vicinanza, Fabiola Cosenza (resp. promozione e account, contents editor) per esserci, Franco Ferrise per la continuità, Gianluca Bruni e Pierfrancesco Magisano per l’amicizia e il cruciverba, i Marescialli Giordano e Miccoli per il senso del dovere, Marco Serravalle per la pazienza, Maria Carmosina Corrado per l’amore, Marilena Morabito e Stefano Milazzo per il futuro, Marzia Spedicati,  Michele Guaragna e Teresa Caputi per l’amicizia, Orazio Capalbo per la vicinanza, Ristopasto Conad (tutto il personale) per l’ospitalità e l’adozione, Rosellina La Salvia per la protezione, Sante Cristiano per la casetta nuova, Simona Antolino per la premura, Tommaso Caporale per la via di fuga.

LiQMAG n. 09

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 1200 copie su Carta
+ 1800 copie Allegato free press
Giugno 2015


Concorso Liquido_01 + LiQMAG n. 09

Obiettivo 20 creativi di cui 16 hanno visto la PUBBLICAZIONE su LiQMAG n. 09 e l’ESPOSIZIONE nella storica azienda Liquirizia AMARELLI a Rossano (CS).

Materia prima dell’opera presentata al concorso è la liquirizia nelle sue più svariate forme, dalla radice alla polvere, dai bastoncini a qualsiasi altro derivato possibile. La liquirizia è trattata anche come ricordo e/o fonte di ispirazione.

“RADICE” è sia il titolo/tema del Concorso liquido_01 che di LiQMAG n. 09 con il presupposto di raccontare – attraverso i più disparati linguaggi dell’arte e della cultura contemporanea – i rapporti tra le persone ed il territorio in cui vivono, rapportandosi ad esso in modo soggettivo, intendendolo perciò come ambiente, cibo, arte, cultura, costume, storia, tradizione ed altro di simile e personale.

La scrittura e l’immagine fotografica, sono invece state lo strumento/obiettivo primario attraverso cui far convergere tutti gli altri linguaggi creativi liberamente utilizzabili.


RADICE

Ed il corpo di mia madre invecchia mentre la mente rimane fervida. Un giorno avevo un fastidio in bocca e con la lingua stavo lì a cercare di buttarlo fuori. Iniziò a farmi male e così mi improvvisai stregone e cercai rimedi al dolore. Avrei potuto chiedere alla vecchia signora che abita due case più in là e che ogni tanto esce con la sua sedia a prendere il sole. Avrei potuto chiedere a quel signore solo, che coltiva quelle belle rose in quel suo piccolo giardino, vicino alla casa della vecchia signora. Avrei potuto chiedere a mia madre e invece no. Sono andato su google ed ho letto cose scritte da perfetti sconosciuti. Non che, per il fatto di essere sconosciuti, bisogna averne paura o dubitare o addirittura diffidare dei loro rimedi. Ma insomma, il rimedio che mi capita a tiro – tra i super personalizzati geo-filtri di google che mi conoscono meglio di mia madre è l’aglio, come anestetico, antidolorifico e con altri poteri incomprensibili ai più. Mi convinco e decido di usarlo. [..]


GUEST CONTENTS

 VINCENZO RAIMONDI

(Paola, CS)  classe ‘87, si diploma alla Scuola del Fumetto di Milano. Collabora con il settore della moda, realizzando design di personaggi per una collezione “kelto street wear”, e appare in diversi concorsi e mostre di fumetto. Nel 2010  dà vita al suo progetto editoriale,  l’etichetta indipendente Mad Monkey Studio, come editor e autore.  L’anno successivo,  dà vita alla prima edizione del PAOLA ComicCON. Continua a lavorare per piccoli editori e aziende locali. Nel 2012 partecipa alla 54^ Esposizione Internazionale d’arte della Biennale di Venezia,  presso il Padiglione Italia (TO) per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Nel 2013 realizza in collaborazione con la BCC Mediocrati il fumetto biografico sulla figura di Don Carlo de Cardona. Attualmente è nuovamente impegnato con la Biennale di Venezia. Porta avanti il progetto del Mad Monkey Studio e del PAOLA ComicCON.

CREATIVI E OPERE SELEZIONATE DAL CONCORSO LIQUIDO

Alessandro Crusco | Angela Tiesi | Anna Lauria | Franco FerriseGabriele Tolisano | Gianmaria Comito | Giovanna Jenny Tenuta | Giuseppe Caputo | Giuseppe Pastore | Luciano Pavesi | Marcella Ferrise | Marco Cosenza | Massimo Melicchio | Pasqualina Tripodi | Stefania Sammarro / Ania Lilith | Tommaso Caporale

EDITORS

FABIOLA COSENZA foto e bio su LiQMAG n. 07
ANIA LILITH foto e bio su LiQMAG n. 07
ANNA LAURIA foto e bio su LiQMAG n. 04
VERONICA PINELLI foto e bio su LiQMAG n. 08
PI GRECO ALEPSI foto e bio su LiQMAG n. Zero
MARCO SERRAVALLE foto e bio su LiQMAG n. 08
ALESSANDRO CRUSCO foto e bio su LiQMAG n. 06

RINGRAZIAMENTI

Carmela Turano (placement, promotion), Fabiola Cosenza (contents editor, promotion, account), Sabrina Pietropaolo (assistente di redazione concorso “RADICE”).

LiQMAG n. 08

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 1200 copie su Carta
+ 1800 copie Allegato free press
Marzo 2015


MINIMO DUE

Teresa, l’hai pulito il filtro della macchinetta del caffè? No, l’ho buttato. Ma come?! Si l’ho buttato perché ho comprato una macchinetta nuova senza filtro. Ma lo fa il caffe? Eh certo che lo fa. Questa è meglio dell’altra. Non fa male. Il sapore è lo stesso, anzi è meglio. Lo vuoi provare? Non lo so. Ma perché non me l’hai detto prima che volevi buttare la macchinetta del caffè con il filtro?! Te l’avrei impedito. Era un ricordo di mia madre. Ero affezionato a quella macchinetta. Ora non so se vorrò mai bere il caffè dalla tua nuova macchinetta che non fa male. Oggi di sicuro no. [..]

Ci vogliono minimo due passi per iniziare un cammino; due persone per creare una storia anche solo mentale; due foglie a terra perché sia autunno; due rondini perché si possa dire che è finalmente arrivata la primavera; due nuvole nere affinché piova; due bocciature per dire che quella determinata materia non fa per me; due squilli di telefono per capire che qualcuno non è in casa; due automobili che collidono per avere un traffico consistente; due vestiti su una sedia per creare entropia e disordine in una stanza. C’è bisogno di due cariche per attrarsi o respingersi; due parole per esprimere tanto, come “Ti Amo”. [..]


GUEST CONTENTS

MARIA SIMONE

Nata ad Acri (CS) l’8 gennaio 1991. Dotata di una grande sensibilità ed un forte estro, nella scrittura trova la sua rappresentazione. Dedita da sempre all’arte, alla cultura e alla bellezza. Scrittrice criptica e graffiante, divisa tra luce e ombra.

ISIDORO MALVAROSA

Nato a Reggio Calabria nel gennaio 1982, si trasferisce a Roma per lavoro nel 2011. Collabora con Il Dispaccio, Greenreport ed è coautore della pagina satirica Lo Statale Jonico. Ha pubblicato due romanzi e diversi racconti.

ELEONORA CRISTIANI

Sono Eleonora Cristiani e sono nata a Cosenza il 15 gennaio 1992. Studio Comunicazione e DAMS presso l’ Università della Calabria. Ho studiato danza per 15 anni ed è principalmente questa che ha segnato tutta la mia vita e formato la mia sensibilità e il mio amore per l’ arte. Scrivo per custodire le mie emozioni. Leggo perchè il piacere che provo nel farlo è in quel mio gusto nel trovare qualcosa che mi rassomigli.

ILARIA MOLINARO

Ilaria Molinaro, 23 anni, lametina. “Nomina sunt consequentia rerum” – il mio nome mi rappresenta: Ilaria vuol dire “Gioiosa”, Ila letto al contrario è Ali, parte del mio nome è Aria: quali segni più grandi della Libertà, che adoro? Scrivere è Libertà e Felicità. Vivo la realtà difficile della mia terra,  sono una grande appassionata di musica e film, innamorata dell’Oriente, dei profumi e dei colori del mondo; mi divido fra la Scienza e il perfetto equilibrio dell’Arte, cogliendo ogni minimo particolare con i miei grandi occhi blu e cercando di riportarlo su un foglio, così da renderlo accessibile a tutti.

FRANCESCO TAGARELLI

Sono nato nel 1973 a Cosenza. Dal 2007 mi sono avvicinato alla fotografia e da subito mi sono rivolto alla foto da esterno e successivamente a quelle prodotte dalla mia mente. In quest’ultime trovo la libertà di esprimermi oltre alla speranza di trasferire quel messaggio che possa indurre alla riflessione. Ho all’attivo alcune mostre, di cui una personale e diverse collettive. Nel 2011 mi classifico al secondo posto nel concorso fotografico Vividi Contrastidi Pisa con la foto “Luce è vita”. Inoltre, una delle mie foto, “col cuore in mano” ha avuto l’onore di essere prescelta, in mostra stabile, presso il reparto Terapia del dolore dell’Ospedale Pascale di Napoli.

MARCO SERRAVALLE

Marco Serravalle nasce a Roma, disegna da subito. I suoi interessi Metal, action movie e fumetti lo portano alla Scuola Internazionale Comics, dove nel 2006 si diploma ed inizia le sue collaborazioni dalla città di Cosenza a oltre oceano. Docente e disegnatore non segue mai meno di 5 progetti contemporaneamente.

VERONICA PINELLI

Sono nata a Trebisacce il 9 Aprile 1990 e mi piace il blu. Non di quelli accesi, preferisco le sfumature spente. Scatto continuamente fotografie, a volte anche senza macchina fotografica. Credo di avere l’anima di colore e anni 60 perché si muove tutta quando ascolto la Soul. Vivo perennemente impigliata in una famelica curiosità e non so precisamente quando ho iniziato con la fotografia. Mi sono diplomata in Fashion Design all’Istituto di Moda Burgo a Milano. Attualmente sono iscritta alla facoltà di Architettura all’Università di Firenze.

EDITORS

GIACINTA OLIVA foto e bio su LIQMAG n. 01
FEDERICO ORLANDO foto e bio su LiQMAG n. 05
LAURA AZZALI foto e bio su LiQMAG n. 05
FABIOLA COSENZA foto e bio su LIQMAG n. 07
PIERGIORGIO GRECO foto e bio su LIQMAG n. Zero
ALESSANDRO CRUSCO foto e bio su LIQMAG n. 06
STEFANIA SAMMARRO foto e bio su LIQMAG n. 07

MODEL

LAURA TRAMONTANA
Concept “La fuga di Ophelia”
Supplemento/Allegato Free Press

RINGRAZIAMENTI

Alessandro Crusco (commercial images producer), Carmela Turano (placement, promotion), Fabiola Cosenza (contents editor, promotion, account), Selena Donnici (le mani nell’immagine “RADICE”), Deborah Federico e Laura Federico (modelle per Stefania Sammarro su LIQMAG n.7).

LiQMAG n. 07

LEGGI ON LINE O SCARICA IL PDF

Edizione Limitata 1200 copie su Carta
+ 1800 copie Allegato free press
Dicembre 2014


L’INDUZIONE

Leggi pure con disincanto ciò che scrivo perché tanto non è verità ma derivazione mutevole del pensiero. Fissate ad una cantilena le parole danno origine alla comprensione. Nella scrittura il senso si travisa, tuttavia di ciò che si è compreso, restano le tracce e il ricordo genera ricordo il quale genera un’ulteriore comprensione. Per eliminare la comprensione basta eliminarne il ricordo e viceversa. [..]


GUEST CONTENTS

FABIOLA COSENZA

Nasce a Cassano Jonio il 22/06/1988. Dopo un’infanzia nutrita da fiabe e favole, ha investito le sue energie nella danza e nella poesia, scrivendo versi e promuovendo iniziative a sostegno di quest’ultima. Il colpo di fulmine che scatta tra lei e la filosofia fa sì che questo rapporto si consacri in una laurea. Divora libri dal sapore onirico ed etereo, impiega il suo tempo libero studiando escatologia e teologia.

ALESSANDRO MALLAMACI

Fuji ambassador, organizzatore del festival di fotografia La misura del paesaggio, ha al suo attivo pubblicazioni, mostre e collaborazioni con quotidiani e riviste. È socio Tau Visual, Associazione Nazionale Fotografi Professionisti e ha collaborato a MISS ITALIA. Tiene regolarmente corsi e workshop intensivi di fotografia e post produzione. Ha frequentato corsi di fotografia ed editing con i fotografi Ernesto Bazan, Lina Pallotta e la photoeditor Arianna Rinaldo e di stampa fine art e post produzione con Antonio Manta. Ha organizzato incontri e corsi con i fotografi Filippo Romano, Giulio Di Sturco, Massimo Mastrorillo, Donald Weber, Tommaso Bonaventura, Luigi Saggese, il giornalista Mimmo Candito, la photoeditor Marta Posani ed esperti di post produzione quali Francesco Marzoli e Marco Olivotto.

STEFANIA SAMMARRO

Nasce a Cosenza il 4 Aprile 1988. Specializzata in fotografia ed esperta di cinema, si è laureata in Dams, indirizzo cinema, all’Unical. Ha conseguito il Master di I livello    “Tradizione e innovazione nell’editoria – Dal libro all’e.book”, presso la sede della Pellegrini Editore. Capo servizio presso il quotidiano online Nòtia, fotografa e collaboratrice per “Parola di Vita”, Giornale diocesano di Cosenza. L’arte fotografica, fortemente intimista,  diventa dal 2006 qualcosa di fisiologico ed è’ un modo per ricreare e viaggiare attraverso la fantasia. Fortemente legata alla sua terra, ai volti e ai suoi colori, molti suoi progetti fotografici legati alla Calabria e non solo, sono stati premiati e pubblicati su diverse testate importanti anche internazionali. www.stefaniasammarro.it

GIUSEPPE TORCASIO

E’ nato a Lamezia Terme nel giugno del 1968 dove vive e lavora. Autodidatta, fotografa per passione fin dalla fine degli anni ottanta; abbandonato il tutto per oltre un decennio ha ripreso a fotografare da qualche anno, non ha mai assunto nei suoi lavori fotografici posizioni precostituite, fotografa sia a colori che in bianconero; con mezzi digitali ed analogici compresi apparecchi lomografici, telefonini ed usa e getta. Lo scenario prediletto sono la strada e la vita di tutti i giorni, dove adora rubare quei particolari spesso invisibili che si manifestano a tratti in maniera ironica, stravagante e surreale.Partecipa attivamente alla vita fotografica, attraverso il web, seminari, workshop e manifestazioni a letture portfolio; è stato proclamato autore dell’ anno Fiaf Calabria nel 2011 e nel 2014. www.giuseppetorcasio.it

KETTY ROTUNDO

Nasce a Catanzaro nel 1982. Inizia a scrivere diari “segreti” che ripercorro venti anni della sua vita. Nel 2010 scrive le prime poesie che non l’abbandoneranno più. Collabora con la rivista “La Masnada” di Cropani e nell’estate del 2014 si aggiudica il primo posto a “Poeti a duello”.

EDITORS

PIERGIORGIO GRECO foto e bio su LiQMAG n. Zero
LAURA AZZALI foto e bio su LiQMAG n. 05
ALESSANDRO CRUSCO foto e bio su LiQMAG n. 06

RINGRAZIAMENTI

Francesco Gualtieri (grafiche allegato), Carmela Turano (distribuzione e promozione), Fabiola Cosenza (redazione, promozione e account), Attilio De Rango, Emilio De Seta, Elena Carravetta (pionieri Progetto District), Giada D’Ippolito (model/cover LIQMAG n. 6).