Tessuti creati con bucce di agrumi

Orange Fiber, che trasforma la cellulosa degli agrumi in tessuto, attraverso la campagna di equity crowdfunding vuole  realizzare un impianto per estrarre 30 tonnellate di cellulosa l’anno.

Sostenibilità e innovazione dei fashion brand anche con Orange Fiber che attua la campagna di crowdfunding.

Il tessuto sostenibile è il prodotto della spremitura industriale della cellulosa da agrumi, ossia delle arance. Il primo impianto è stato installato in Sicilia nel 2015. L’innovazione è stata poi trasferita sulle passerelle di moda con Salvatore Ferragamo nel 2017 in occasione della Giornata della Terra e la prima collezione di moda è con H&M.

Ad oggi sono 700 mila le tonnellate annue di sottoprodotto italiano che Orange Fiber trasforma in tessuto per contribuire alla salvaguardia delle risorse del pianeta. Per questo è stata lanciata la campagna di equity crowdfunding che con un obiettivo minimo di 250 mila euro potrebbe realizzare un impianto capace di estrarre 30 tonnellate di cellulosa l’anno.

Foto copertina Monika Grabkowska
Testo di Deborah Furlano
www.facebook.com/deborah.furlano

Ricominciamo dalla “fase 2” – per dare stimolo e motivazione ai nostri Creativi e alle nostre Imprese – pubblichiamo sul Sito/Blog alcuni Servizi usciti nelle precedenti edizioni della Rivista LiQuida su carta. Man mano potrete leggere anche nuovi Servizi in attesa di stampare il prossimo numero.

Leggi la versione PDF di LiQMag 16

Views:

3 letture