Design in tavola e in passerella

Barilla si veste di fucsia “in edizione limitata” portando il design in tavola ed anche in passerella, attraverso abiti unisex brandizzati pensati per i giovani che indossano felpe, cappellini, t-shirt fucsia e viola.

E rimanendo in tema di packaging (vedi: Beyond Meat, la polpetta biologica) un marchio giovane dello streetwear ha deciso di rifare il look al marchio Barilla.

Moda, design e tecnologia, la GCDS (acronimo di God Can’t Destroy Streetwear) punta sulla nuova comunicazione delle generazioni future, libero dal pregiudizio, sulle piazze multiculturali, sui capi di abbigliamento misti tra design e tecnologia, con colori vivaci e maxi loghi. Per Barilla è stato scelto uno stile eccentrico ed innovativo: la pasta degli italiani si veste di fucsia “in edizione limitata” lasciando per un po’ il classico caldo colore blu ad una idea di libertà, di vedere la vita ed il sapore in tinte forti.

Oltre al design in tavola, Barilla si veste anche in passerella. La moda accompagna il marchio italiano della buona pasta con abiti unisex brandizzati e stampe all over pensati per i giovani che indossano felpe, cappellini, t-shirt fucsia e viola. 

Foto copertina Supremelysab
Testo di Deborah Furlano
www.facebook.com/deborah.furlano

Ricominciamo dalla “fase 2” – per dare stimolo e motivazione ai nostri Creativi e alle nostre Imprese – pubblichiamo sul Sito/Blog alcuni Servizi usciti nelle precedenti edizioni della Rivista LiQuida su carta. Man mano potrete leggere anche nuovi Servizi in attesa di stampare il prossimo numero.

Leggi la versione PDF di LiQMag 16