Archivio Amarelli: una raccolta di documenti dal valore inestimabile

L’Archivio Amarelli è stato dichiarato d’interesse storico particolarmente importante con decreto del Ministero per i Beni e le attività Culturali.

L’Archivio Amarelli ha sede nell’omonimo Palazzo, in località Sant’Angelo a Corigliano-Rossano (Cosenza).  

Frutto di un’attenzione della famiglia nei confronti della propria storia e di quella dell’azienda familiare fondata nel 1731, l’Archivio Amarelli conserva documenti atti a testimoniare la storia della famiglia che dura da secoli.

Si sono così conservati una serie di documenti, alcuni manoscritti, la maggior parte a stampa, che hanno costituito il nucleo della presenza della Amarelli nel Portale Nazionale degli Archivi d’Impresa. 

Una preziosa risorsa tanto da attirare l’attenzione della Soprintendenza Archivistica della Regione Calabria, che vista l’entità di questo patrimonio, ha inviato un gruppo di propri esperti per riordinare e catalogare questo ampio materiale. 

Alla fine di questo intervento, professionale ed appassionato, con decreto del Ministero per i Beni e le attività Culturali del 20 dicembre 2012 l’Archivio Amarelli è stato dichiarato d’interesse storico particolarmente importante. L’Archivio è conservato presso il Museo della Liquirizia e raccoglie documenti della famiglia e dell’impresa dal 1445 ad oggi, alcuni di valore inestimabile.

Oltre a documenti e manoscritti che testimoniano la storia e l’impresa della famiglia Amarelli, l’archivio conserva tutta la rassegna stampa dal 1907 ai giorni nostri, è aperto a un pubblico specialistico e viene consultato spesso da studiosi e studenti per ricerche o per tesi universitarie e di master. 

Molto ricco l’archivio multimediale che, con video-filmati dal 1985 ad oggi, segna un originale excursus storico di questo esempio di imprenditoria culturale, unico erede e testimone di un’antica tradizione tipica calabrese.

Per via della attuale emergenza sanitaria e nel rispetto delle disposizioni anti Covid, le visite durante il mese di agosto sono di due tipi:

  • gratuite, guidate e su prenotazione alle ore 10, 11, 17, 18. Si svolgono all’aperto nel piazzale radici dove è stato ricostruito un percorso storico-culturale con macchinari e pannelli esplicativi attraverso i quali si racconta la storia dell’azienda e della produzione fino ai giorni nostri;
  • offerta night experience, ovvero visite guidate, su prenotazione, dal costo di 8 euro per i maggiorenni e gratuite per i minorenni, al martedì, giovedì e sabato alle ore 20.30 o 21.30. La visita riguarda la chiesetta ottocentesca di famiglia, il Museo e una degustazione finale dei nostri prodotti. Il numero massimo è di 15 persone.

MUSEO DELLA LIQUIRIZIA AMARELLI
C.da Amarelli – Corigliano-Rossano (CS)
www.museodellaliquirizia.it
Facebook – Instagram – E-Mail 
T. 0983 511219

Foto copertina Amarelli Fabbrica di Liquirizia

Account Editor Fabiola Cosenza
fabiola@rivistaliquida.it
Media Director Piergiorgio Greco
piergiorgio@rivistaliquida.it

Questo articolo fa parte del servizio Il valore storico dell’Impresa dedicato ad Amarelli Fabbrica di Liquirizia. 

Views:

19 letture