Packaging dagli scarti del legno

Confezioni derivanti dagli scarti del legno destinate ad impacchettare cosmetici monouso e degradabili in pochissimo tempo. Il progetto è stato già sposato da grandi marchi internazionali a dimostrazione dell’amore verso l’ambiente.

HELSINKI – Da oggi la plastica ha i minuti contati. Dalla Finlandia arrivano le nuove confezioni Sulapac prodotte con scarti di legno e degradabili nel compost.

La startup pluripremiata (tra cui il premio Green Alley Award) nasce dall’unione di due biochimiche finlandesi Haimi e Laura Kyllonen che hanno elaborato un prodotto privo di microplastiche. Il tempo necessario per avviare il degrado varia a secondo del “metodo”: nel compost il tempo è di 21 giorni, in mare meno di un anno e tre anni se la scatola viene custodita in casa. Le confezioni sono state pensate inizialmente per i cosmetici monouso ma già dal 2019 oltre alla vendita di questa innovazione sono già in coda cannucce biodegradabili.

E mentre il grande marchio internazionale Chanel decide di “sposare” il packaging per contribuire ad aiutare l’ambiente, si pensa già alla realizzazione di prototipi di pettini, cotton fioc, stoviglie, tutti in fibre di sughero. 

Foto copertina Clem Onojeghuo
Testo di Deborah Furlano
www.facebook.com/deborah.furlano

Ricominciamo dalla “fase 2” – per dare stimolo e motivazione ai nostri Creativi e alle nostre Imprese – pubblichiamo sul Sito/Blog alcuni Servizi usciti nelle precedenti edizioni della Rivista LiQuida su carta. Man mano potrete leggere anche nuovi Servizi in attesa di stampare il prossimo numero.

Leggi la versione PDF di LiQMag 16

Views:

5 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *