Clemì: la bevanda gassata fatta con succo di clementine a Km 0

Dal 2016 l’azienda investe sulla ricerca di nuovi prodotti a marchio Clemì a base di succo di clementine, valorizzando il frutto della Piana di Sibari.

Clemì, la bibita fatta con succo di clementine della Piana di Sibari, è prodotta dall’azienda Medi Mais Calabra. 

L’azienda nasce a Corigliano Calabro (Cosenza) nel 1996. Posizionata nella zona industriale della cittadina ionica, è un ramo commerciale di Itagal s.r.l. creata nel 1989 da Ermanno Gallo che in quegli anni sviluppò un impianto per ottenere mangime dalle bucce di agrumi. Questi scarti erano prodotti dalle aziende estrattrici di succhi e tale impianto ebbe una notevole importanza perché fu il primo in Europa. 

Il progetto cresce rapidamente, nel 1994 la produzione di mangimi va a regime tanto che i clienti dell’azienda diventano i grandi mangimifici d’Italia.

succo di clementine
Una bibita gassata dal gusto dolce e deciso caratterizza Clemì, la clementina da bere.

Solo due anni dopo gli impianti vengono modificati così da permettere il lavoro anche nel periodo estivo, effettuando la disidratazione di foraggi (erba medica, mais, loietto) venduti in pellets e balloni, sempre per uso mangimistico. Questa innovazione permette ad Itagal di conquistare un nuovo primato: è la prima azienda del sud Italia ad avere un impianto di questo tipo. 

Nel 2000 l’azienda decide di espandersi ed investe in un impianto in grado di estrarre il succo dagli agrumi. In questo modo è possibile ottenere dalla spremitura il succo da rivendere alle aziende produttrici di bevande e ciò che resta invenduto può continuare ad essere utilizzato per  produrre mangimi. 

Nel 2011 la Medi Mais Calabra diventa il ramo produttivo di succhi mentre all’Itagal rimane la produzione dei mangimi.

succo di clementine
Dalla raccolta delle clementine all’imbottigliamento della bibita, tutto a Km 0: questo è il processo che fa nascere Clemì.

Mano mano crescono gli investimenti nel settore dei succhi aumentando anno dopo anno la produzione.

Attualmente la Medi Mais Calabra si estende su una superficie di circa 20.000 metri quadrati e trasforma circa 150.000 quintali di agrumi all’anno di cui il 90% sono costituite da clementine.  Le bucce residuali dall’estrazione dei succhi sono cedute a impianti di biogas per la produzione di energia elettrica.

Dal 2016 l’azienda investe sulla ricerca di nuovi prodotti a marchio Clemì a base di succo di clementine, proprio per valorizzare il frutto della Piana di Sibari riconosciuto in tutto il mondo per le sue qualità organolettiche. 

MEDI MAIS CALABRA
Via S. Francesco d’Assisi, 61 – 87064 Corigliano Rossano (CS)
T. 0983 851487- www.clemi.it
Facebook – Instagram

Foto copertina Medi Mais Calabra

Account Editor Fabiola Cosenza
FacebookWhatsAppE-Mail
Media Director Piergiorgio Greco
FacebookWhatsAppE-Mail

Questo articolo fa parte del servizio Clemì la clementina da bere dedicato all’azienda Medi Mais Calabra. 

Views:

65 letture