“Esistenza-essenza”, cammino dell’uomo laddove tutto vacilla tra materialismo e spiritualità.

Come i dervishi sono in tensione verso ascesi mistiche con movimenti rotatori, così le nostre Energie esteriori sono chiamate a interagire con l’introspezione del corpo. Danze, canti e suoni roteanti, isolano dal mondo asceti sufi turbinanti in fuga verso i misteri dell’animo.

Esercizi comuni dell’estasi tra Oriente e Occidente, avvicinano religioni a Dio. Non lontano da noi, luoghi dell’antica Calabria ricordano santi monaci cristiano-bizantini che, pregando, entrano nel mondo trascendentale. Religiosità colta e popolare, cristiana e pagana, sono stati permanenti di tradizioni ritrovate laddove tutto concorre alla espiazione dei peccati e alla ricerca del soprannaturale. L’alloro del Venerdì Santo e i “Vattienti” di Nocera Terinese, vivono un contatto speciale con le forze superiori; l’alloro simbolo di vittoria verso la morte; il sangue dei Vattienti purificazione dei mali del mondo nel dolore. Un Unicum nell’Universo.  Ed è così che anche in terra di Calabria possiamo ritrovare culture dai sapori lontani e misticismi non diversi da tutto il resto del mondo, dove il corpo continua ad essere Tempio dell’anima.

Testo e foto di Elena Vaccaro
ewenaa@libero.it

Fluttuando con Andy Warhol

Azzurro in cui mare e cielo si confondono, amo i gabbiani che disegnano geometrie in volo, sul lungomare di Schiavonea, a volte si ha la sensazione di essere senza confini. Ma quando lo sguardo si posa altrove, assurdo fingere che il grigio non esista. Scatole di cemento ovunque, a volte curate, altre uno scempio. Immagino di fluttuare per i vicoli incolore con il mio amico ideale Andy Warhol, sorride della mia idea. Rinnovare ogni facciata con la street Art, con mani di pittura giallo intenso, fucsia, verde mela. Ci sono luoghi anonimi in attesa di una pennellata di vitalità.

piazzetta-schiavonea

Scrittura e immagine di Anna Lauria
a.lauria62@gmail.com